Almaz Ayana aveva anticipato la domanda e, quando arrivò, si limitò ad annuire prima di sorridere. Come potevamo fidarci di lei, le è stato chiesto, dato che aveva appena cancellato il record mondiale di 10.000 milioni di quasi 14 secondi vincendo l’oro olimpico – su quale era solo la sua seconda apparizione in pista alla distanza?

“Tre cose”, ha detto, attraverso il suo interprete. “Numero uno, ha fatto il mio allenamento”, ha detto. “Numero due, io lodo il Signore, mi sta dando tutto, tutto, tutto. E il mio doping è il mio allenamento, il mio doping è Gesù. Altrimenti, niente. Sono cristallino. “

Non era certo la risposta a rassicurare un pubblico scettico. Ma allora cosa poteva dire che sarebbe? Aveva appena infranto un disco che aveva resistito per 23 anni.E non tutti i vecchi dischi, ma quello del campione olimpico e del pluripremiato detentore del record mondiale Wang Junxia, ​​che faceva parte di “Ma’s Army” ed è stato rivelato dai media statali cinesi all’inizio di quest’anno come parte di un regime di doping sponsorizzato dallo stato. anni ’90.

Nel 1993 Junxia ha corso 29 minuti 31,78 secondi, 22 secondi più velocemente di chiunque altro nella storia. Eppure, dopo un giro di apertura moderato, Ayana ha corso a una velocità tale che ha superato così facilmente mentre lasciava cadere un campo accatastato per vincere in 29: 17.45 – un tempo che ha anche raggiunto il miglior risultato personale di 43 secondi. Questo è stato altrettanto spettacolare e sbalorditivo come Florence Griffiths-Joyner che ha battuto il record mondiale dei 100 milioni di donne a Seul.Ciò che lo rendeva ancora più straordinario era che Ayana stava tossendo in anticipo nella stanza delle chiamate.

Dietro di lei c’era la campionessa del Kenya, Vivian Cheruiyot, che ha preso l’argento in 29: 32.53, mentre il campione in carica, Tirunesh Dibaba di Etiopia, è stato terzo in un record personale di 29: 42,56. Incredibilmente i primi 13 atleti hanno ospitato tutti i record mondiali, i record nazionali oi record personali, mentre in totale ci sono stati 18 PB nel campo 35-forte, compreso il britannico Jess Andrews che ha chiuso 16 ° in 31: 35.92.

Ha sicuramente aiutato gli atleti a correre su una nuova pista che i suoi produttori, Mondo, hanno preparato per le Olimpiadi di Rio. Insistono che è il più veloce di sempre e gli atleti che lo hanno provato sono d’accordo.Sulla base di queste prove, l’hype appare giustificato.

Ma in seguito l’atleta svedese Sarah Lahti, che ha concluso al 12 ° posto, era scettica. “È troppo facile per lei”, ha detto. “Non vediamo espressioni facciali mentre il resto di noi sta lottando per la vita alle spalle. Quanta differenza può esserci. “

La britannica Jo Pavey, che ha compiuto 15 anni nella quinta Olimpiade all’età di 42 anni, stava chiaramente lottando per comprendere ciò che aveva appena visto. “Non pensi che i dischi cinesi andranno mai”, ha detto. “Non li pensi sempre come dischi in realtà. E ‘stata una gara fantastica. Non avrei mai pensato che sarebbe successo. Era assolutamente incredibile.Non so se sono stato contento o no in questo. “Olimpiadi di Rio 2016: quattro uomini e Glover e Stanning vincono l’oro, Ennis-Hill inizia l’eptathlon – dal vivo! Per saperne di più

Quando le fu detto che Ayana avrebbe potuto imbrogliare, Pavey disse che sarebbe stato un errore accusare qualcuno senza prove. “Non puoi dire nulla se non hai delle prove”, ha detto. “Devi solo ammirare le recite finché non lo sai diversamente. Non ho motivo di dire che tutti quelli che fanno bene sono barare. Ma sfortunatamente questo sport ha avuto molti giorni bui negli ultimi mesi. Devi solo sperare che tu possa credere a quello che stai vedendo. “

Gli altri non erano così diplomatici. La campionessa della maratona mondiale Paula Radcliffe ha dichiarato: “Non sono sicuro di poterlo capire.Quando ho visto il record del mondo ambientato nel 1993, non potevo credere a quello che stavo vedendo. E Ayana ha assolutamente azzeccato quella volta. “

Anche il suo collega commentatore della BBC, Brendan Foster, non sembrava convinto. “A volte vedi cose spinte. Pensi a Bob Beamon nel salto in lungo. Ma non sono sicuro di cosa farne per essere onesti. “

Ayana, 24 anni, era originariamente un siepi di 3.000 metri prima di salire a 5.000 metri, una distanza che vinse i campionati del mondo l’anno scorso. Ma ha fatto il suo debutto di 10.000 milioni solo a giugno, registrando il debutto più veloce di 10.000 metri nella storia ai test olimpici etiopi. E ‘stato abbastanza impressionante.Ma quello che ha fatto a Rio è stato stratosferico.

Il ritmo è stato abbastanza seducente nel primo giro che Pavey si è sentito a suo agio in quarta ma molto rapidamente una grossa iniezione di ritmo dal keniano Alice Aprot Nawowuna ha lasciato il campo allungato. Gli atleti furono presto distribuiti con solo otto medaglie: tre etiopi, tre kenioti, il turco Yasemin Can e l’americano Molly Huddle. A poco a poco sono stati ridotti. Eppure, nonostante il ritmo incessante, Ayana sembrava a suo agio e, quando è andata avanti con 12 giri dalla fine, nessuno poteva vivere con lei.

“Non era il mio piano”, ammise. “Volevo solo correre una buona gara, ma fortunatamente ho battuto il record del mondo.È stato fantastico per me – non sono naturalmente dotato di programmi di velocità, quindi mi sono concentrato sui programmi di resistenza e, se Dio mi aiuta, lo eseguirò di nuovo in futuro. “