Dei contendenti che fanno la fila per prendere il posto della sacra trinità del gioco – Roger Federer (che sabato incontra in semifinale e che ha preso tre set per abbatterlo qui un anno fa), Novak Djokovic e Rafael Nadal – Zverev, a 21 anni, si è già distinto dai suoi contemporanei.Cammina con l’aria di qualcuno per cui la giovinezza è un inconveniente, ma le Sportingbet sue forti qualità mentali sono talvolta scambiate per arroganza. Roger Federer marcia alle ATP Finals mentre continua la battaglia sul futuro della Coppa Davis Leggi di più

Ha lasciato pochi dubbi sulla forza della sua convinzione di sé quando gli è stato chiesto l’altro giorno se Ivan Lendl, il suo ultimo mentore, avesse apportato rigore e disciplina al loro lavoro fuori dal campo. “Se vuoi essere severo con me con regole e cose, la relazione non durerà a lungo”, ha detto, sorridendo a metà. “Lo capisco molto rapidamente, credo.” La risposta di Lendl non è nota.

Dopo aver battuto Isner 7-6 (5), 6-3 venerdì pomeriggio, Zverev ridacchiò quando gli fu chiesto se stava scherzando su Lendl. “Mi ha sorpreso che in realtà è un ragazzo molto, molto gentile”, ha detto. “Non lo sapevo.In realtà è un ragazzo incredibile. È molto caloroso. Le persone a cui è vicino, ama davvero e fa di tutto per loro, cosa che ammiro molto. Cerco di essere allo stesso modo.

“Ma non ho bisogno di essere Sportingbet messo in un angolo. So cosa voglio. A volte arrivo tardi alle cose, a cose non importanti, a cena, o vengo in ritardo di cinque minuti in macchina quando parte – non per allenarmi o cose del genere. Sono molto, molto disciplinato. Io lavoro duramente. Mi piace perché so cosa voglio e voglio essere il migliore. Con qualsiasi altro atteggiamento, non lo sarai. ”Facebook Twitter Pinterest Alexander Zverev afferma che il suo mentore, Ivan Lendl, è un ragazzo molto simpatico ma” Non ho bisogno di essere messo in un angolo “.Fotografia: Clive Brunskill / Getty Images

Federer, il duca senza età del tennis, metterà alla prova il genio e lo spavalderio di Zverev. Se Zverev sopravvive a quell’esame, molto probabilmente dovrà affrontarlo di nuovo contro il cinque volte campione Djokovic, che ha battuto Marin Cilic 7-6 (9-7), 6-2 nella partita serale di venerdì, nella finale. Se dovesse vincere entrambe le partite alla fine di una lunga e dura stagione, la sua maggiore età sarebbe vicina al suo apice. La storia lo favorisce, però.

Zverev ha raggiunto i quarti di finale una sola volta in uno Sportingbet refund slam ma, dei suoi tre trionfi ATP Masters 1000, due sono tornati contro – contro Djokovic e Federer. Deve trovare quel tipo di intensità questo fine settimana.Federer aveva l’età di Zverev quando vinse il primo dei suoi 20 maggiori; Djokovic aveva 20 anni quando vinse il primo dei suoi 14 un decennio fa.Per quanto impaziente possa essere, Zverev ha del tempo dalla sua parte. Nessuno shock nelle dichiarazioni di schedulazione di Federer, ma Laver Cup è più problematico | Kevin Mitchell Leggi di più

Il primo tedesco a raggiungere gli ultimi quattro di questo evento da quando Rainer Schüttler ha perso con Andre Agassi nelle semifinali di Houston 15 anni fa, Zverev è anche il più giovane semifinalista da Juan Martín del Potro ha perso contro Nikolay Davydenko nella finale del 2009, la prima edizione dei 10 ha suonato finora in questa sede.

È in qualche modo a corto dell’articolo completo – che Lendl potrebbe ricordargli di tanto in tanto tempo – ma porta energia, attitudine e talento in campo, e questa è polvere d’oro per uno sport che non può fare affidamento sulla magia del 37enne Federer o del 32enne Nadal – che non partecipa a questo torneo – per molti altri anni.

Isner, a 33 anni senza pendenze con la palla in mano, ha messo 10 assi oltre Zverev ma ne aveva 18 venuti dall’altra parte e quei punti liberi hanno dimostrato la differenza in una partita a fuoco rapido in cui c’era solo una pausa di servizio.

Il servizio di rottura è sempre stato il problema per Isner, che ha partecipato a più sparatorie di Wyatt Earp e, una volta che Zverev aveva assorbito i suoi migliori sforzi nel tie-break, l’inevitabilità scendeva nei procedimenti.