Il duello tra Manchester United e Manchester City non è solo una battaglia tra i geni del coach Jose Mourinho e Josep Guardiola, Batman e Superman (scegli tu stesso quale ruolo recitare). Oggi il derby Mancuniano è qualcosa di più. Forse questo sarà il derby più intrigante di queste due squadre nella storia del calcio. Perché? Di seguito sono cinque motivi.

Contratto con il diavolo

Ricordi come Zlatan Ibrahimovic ha litigato con Josep Guardiola a Barcellona? Lo svedese, per nulla imbarazzato, chiamò le ultime parole dello specialista catalano e quando la loro permanenza in squadra divenne impossibile, andò a Milano. Sabato pomeriggio avrà una grande opportunità per dimostrare a Pep che è bello e caldo come sette anni fa. In realtà, guardando come Ibrahimovic ha iniziato la sua prestazione in Premier League, non ci sono dubbi: tre gol in tre partite. E ora Ibrahimovic ha un alleato speciale che vuole anche affrontare il suo vecchio nemico – Jose Mourinho. The Devil’s Alliance è pronto a dare una lotta che l’Inghilterra non ha ancora visto.

Cinque motivi principali per l’imminente derby Mancuniano Foto: Bleacherreport.com, eurosport

Entra nello stesso fiume

Un anno fa, rappresentare Paul Pogba al Manchester United era semplicemente impossibile. Era già interessato ai grandi club, ma il nome “MJ”, se menzionato, era solo un aneddoto: come distruggere un giocatore che ora costa ottanta o addirittura cento milioni di euro. La particolarità della situazione è che il nome di un altro club di Manchester, ovvero City, è stato menzionato in relazione al trasferimento di Pogba senza ironia: lo sceicco Mansur voleva davvero vedere il francese nella sua squadra. Paul finì a Manchester, ma come parte dello United. Ciò che lo sceicco pensa ora non è difficile da immaginare. Ma una storia interessante avrebbe potuto rivelarsi – il ragazzo che è stato respinto al Manchester United torna in città a cavallo e sconfigge i trasgressori come parte dei peggiori nemici di Manchester.